Categorie
Indie Pop

In “Guerra” con Frambo

Frambo è appena nato (passatemi l’iperbole) e già cammina da solo. Ma che dico, corre. Sì, perché il primo singolo del giovanissimo (classe 2002) cantautore toscano è un missile puntato verso lo spazio, che dopo il primo ascolto obbliga a ripartire da capo e da capo ancora.

“Guerra” parte con un incipit saltellante che ricorda una riuscita fusione tra i Beatles più giocosi e il moderno brit-pop, mantenendo la patina indie originale che deriva dall’ascolto significativo di un genere che, oggi più che mai, sembra essere al capolinea della sua sincerità e onestà intellettuale, e che trova in brani come questo nuova linfa vitale e una rinnovata urgenza. Il risultato è una hit giusta, che nei suoi tre minuti scarsi dà la giusta dimensione ad una personalità artistica in definizione, sì, ma capace di rivelare fin dai primi passi la bontà della direzione presa. Ottimo esordio, che chiede, sin da subito, altre incoraggianti conferme, il più presto possibile: abbiamo fame!

Per andare fino in fondo alla questione, abbiamo fatto qualche domanda a Frambo: