Categorie
Indie Pop

“Supertele” un inno lo-fi alla perseveranza

SUPERTELE debutta con “Come fai sbagli”, un brano pop-funk dal taglio lo-fi e psichedelico. I suoni della città e il vociare dei passanti aprono il brano e si confondono con synth fluidi, e il basso legnoso.

La canzone descrive come la debolezza a volte possa anche diventare perseveranza. Il sentirsi costantemente nel posto sbagliato al momento sbagliato, con i vestiti sbagliati, i pensieri sbagliati, le scarpe sbagliate. Tutto, insomma, sempre fuori posto. Eppure è proprio scoprendo che questa condizione è necessaria all’essere umano per sentirsi vivo, che si può pensare a rimandare il suicidio a un altro momento, magari dopo l’estate, dopo l’amore, o chi lo sa. 

Fai quello che vuoi fare, quando ti senti di farlo, tanto per qualcuno sbagli sempre. 

La canzone alla fine è un inno alla perseveranza. Ma non con la retorica tipo “se insisti, se vai avanti per la tua strada, un giorno ce la farai”, piuttosto intendo che qualsiasi cosa fai, in qualunque momento, per qualcuno sarà sicuramente incompleta, difettosa, fuori fuoco. 

Abbiamo fatto due chiacchiere con Francesco ( alias Supertele ) che rompe subito il ghiaccio raccontandoci come nasce un suo brano:

Per preparare un mio servono le foglie tenere di sample freschi (meglio presi da vecchi vinili, rumori di città, voci di passanti). E’ Ideale raccogliere al mattino il campione tenero, appena trovato. Lo laviamo e lo lasciamo asciugare su un panno pulito. Una volta asciugato passiamo a preparare il Brano vero e proprio fatto in casa. Lo prepariamo metà per volta, così evitiamo che si surriscaldi. Mettiamo quindi in un boccale metà dei sample lavati, (50 g circa) con metà degli ingredienti che ci servono (batterie elettroniche, chitarre, synth), uno spicchio d’aglio, un po’ di delay,  e ancora metà compressore e metà parmigiano, così come i 20 g di basso, fondamentali. Aggiungiamo anche qualche granello di parole cantate in cameretta, e mixiamo tutto con un frullatore ad immersione, possiamo usare anche un tritatutto, oppure Logic Pro. Copriamo appena sarà pronto con un po’ di riverbero, così da conservare il suo perfetto colore. Siamo pronti per servire gli ospiti.