Categorie
Comunicato stampa

dile ha racchiuso tutto se stesso in Rewind, il suo primo album

“Se si potessero misurare in euro il numero delle notti passate a fissare il soffitto o i cazzotti tirati contro il muro probabilmente sarei miliardario. Questi momenti sono diventati parole, queste parole canzoni, queste canzoni un album, il mio primo album”. È così che nasce “Rewind”, il primo album ufficiale di dile uscito il 20 novembre per Artist First/OSA Lab su tutte le piattaforme digitali. È un disco che nasce dal forte mix di sofferenza, alcool e notti in bianco.

Ogni brano attraversa consapevolezze differenti e forma un disco che, lavorato in un anno, segna il cambiamento artistico di dile. “Rewind” è un album che ha visto la collaborazione di diverse anime oltre a quella dell’artista. Sono infatti presenti 4 produttori: Federico Nardelli (Tangenziale, Perdersi e Rewind), Marta Venturini (vatuttobene e Venezia) Francesco Rigon (finoallesette, La Verità, America, Vodka, Domani e Giganti) Michael Tenisci (Stavamo bene veramente e Per caso). Inoltre, 3 autori hanno affiancato la penna di dile: Federico Galli (finoallesette, vatuttobene, Perdersi, Venezia, Tangenziale, Stavamo bene veramente, America, Vodka, Per Caso), Francesco Rigon (Rewind, Domani, Giganti), Alessandro Di Domizio (La Verità). Il sound di “Rewind” fonde una radice acustica con una prevalenza di pianoforte mischiata a suoni prettamente elettronici. E ora, ognuno di noi può leggere un diverso “dile” in ogni brano. 

Categorie
Comunicato stampa

Malammore di Wako è la dichiarazione che stavamo aspettando

Un amore grigio. Cupo. Un incontro con se stessi ed un’immersione totale nelle proprie paure e fragilità con il solo scopo di risorgere. È questo il leitmotiv di “Malammore”, il nuovo singolo di Wako uscito il 28 Ottobre per OSA Lab. Un singolo riflessivo ed intimo, che l’artista racconta così: “Il brano nasce da una serata di festa e spensieratezza, nonostante questo momento di distanza sociale forzata dettata da questa pandemia.

Ogni tanto mi sento un po’ perso e in Malammore ne parlo in maniera molto diretta. È un brano molto riflessivo che per me rappresenta una rivalsa”. Determinante, anche la scelta del lessico all’interno della canzone: “Ho aggiunto la lingua napoletana perché mi rappresentante al 100%, è la vera parte di me. Il pezzo è stato scritto questa estate, a casa mia e non a Milano. Mi piace scrivere in Campania, immerso nel mio spazio e nel mio ambiente”. 

Mallammore vede la produzione di WhoIsU, il mix e il master di Simon Says e la prod vocale è di Alessia Labate. 

 Wako è Milano, ma influenzato anche dalle sue origini campane, difatti l’artista, all’anagrafe Walter Coppola, è nato a Nocera Inferiore (Salerno) il 25 Maggio 1997. Il primo approccio alla musica arriva da subito, grazie al padre che ha sempre lavorato nell’ambito della fonia aiutando  Walter a crescere in un ambiente stimolante. 

L’approccio con la scrittura arriva verso i 19 anni e grazie all’incontro con Valeria Palmitessa Wako compie i primi lavori autorali per altri artisti. Il trasferimento a Milano apre così diverse porte, anche nell’ambito della fotografia, che Wako sviluppa parallelamente alla musica, incontrando diverse personalità, da Mahmood a Chadia Rodriguez e Rkomi e diversi brand tra cui Kappa.

 I densi mesi di lavoro sfociano nel 2019 nella nascita del progetto WAKO con il singolo “Dubai” seguito da “Non sei più qui”. Il 2020 è già segnato da due singoli: “Santa Madonna”, realizzato completamente a distanza a causa del lockdown e “Malammore”, uscito lo scorso 28 Ottobre per OSA Lab. Attualmente Wako è al lavoro su nuovi singoli.

Categorie
Comunicato stampa

Queste notti dei Ludimà è tutto ciò che ci spaventa di noi

Fuori il 2 ottobre il nuovo singolo dei Ludimà, Queste notti, scritto da Alessandro Guarino e composto dai Ludimà in collaborazione con Andrea Allocca, registrato presso Kate Academy e distribuito da Artist First, con la supervisione manageriale di GRM. 

I Ludimà sono una band napoletana formatasi nel 2019 e composta da Alessandro Guarino (voce), Francesco Aviani (basso, cori), Andrea Landolfi (chitarra), Niko Pugliese (batterista). Il loro è un pop estremamente fresco arricchito da sfumature rock e alternative, derivanti dai loro numerosi ascolti e dalle loro notevoli disparate influenze musicali. 

 Queste Notti è un brano che racconta l’importanza di chi richiama a gran voce il buio per esternare al meglio la propria persona senza limitazioni, con onestà e bellezza. 

La notte porta consiglio” diceva qualcuno, e nella notte si scopre la propria vera natura,  si scopre ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, ci si può rifugiare nella notte, come fossero giornate intere racchiuse in un’unica agrodolce parentesi che ha il profumo di un abbraccio, ma anche di uno schiaffo, una fedele compagna ma anche un’acerrima nemica. Siamo noi a scegliere cosa vogliamo che sia  la notte. 

Categorie
Comunicato stampa

Torna Cigno con Udine, il suo ultimo singolo

Torna il 30 ottobre su tutti gli store digitali il cantautore Cigno con un nuovo brano psychedelic pop dal sapore 80’s che parla di un viaggio verso Udine, la città che non si conosce, in cui non si è mai stati, la città che si immagina, dandole le caratteristiche del proprio disagio interiore.

È proprio Udine il titolo del brano che effettivamente nasce durante un viaggio verso SofarUdine in compagnia di Ilenia Bianchi, cantautrice e autrice, nonché sorella del cantautore.

Il ritornello registrato su note audio prende vita in studio solo pochi mesi fa, quando Cigno decide di tirar fuori la canzone, realizzandola e ultimandola.

La cromatura agrodolce che contraddistingue Udine ricorda il sapore della cedrata Tassoni, ma anche una sbiadita reminiscenza d’infanzia 

come ad esempio la sigla di Mc Gyver.  

La paura di diventare singola entità e la consapevolezza di essersi diluiti inesorabilmente all’interno di un’altra persona fanno da cornice al contesto, rendendo l’amore un’ecografia di due settimane in bianco e nero, con una lucina bianca che lampeggia veloce. 

Un cuore che va all’impazzata. 

Una cosa troppo profonda, così profonda che diventa buia come l’abisso dell’oceano.

Udine “è solo un’idea, una moschea lontana, utile alla mia solitudine”, afferma Cigno, rendendo nuovamente al meglio in musica e a parole i più reconditi segreti dell’essere umano e dell’essere umani. 

Cigno, Diego Cignitti all’anagrafe, è un cantautore e musicista capitolino. Alle influenze blues e rock con le quali si è formato come chitarrista, mescola sapientemente atmosfere pop, trovando ispirazione in quello che è il panorama musicale “sixties”. Il suo sound vola ed è arricchito da una poesia di carattere undergound tipica della realtà indipendente romana, pregna di atmosfere rarefatte “Psychedelic Pop”.

Comincia a scrivere brani intorno al 2012 e a pubblicarli sul suo profilo Youtube.

I brani arrivano all’orecchio dell’etichetta romana Urban49 la quale edita il disco “CIGNO” prodotto da Lello Panico.

Nel 2015 inizia la dura e felice strada dell’auto-produzione.

Nel 2016 esce il suo singolo “Eroi” in collaborazione con il Kate Creative Studio/Matteo Costanzo.

Nel 2017, in una nuova veste electro/blues, presenta “1000 Passi”, il primo singolo estratto dal suo EP in uscita nel 2018 sotto la produzione artistica targata “Frenetik & Orang3”.

2019 esce ” d e t r o i t ” ,  l’ultimo brano di “CGNDGI92A13I992C” , il suo nuovo EP.

Categorie
Comunicato stampa

Gli Amò tornano con un singolo tutto da scoprire: Bermuda

Fuori il 27 Ottobre il nuovo singolo degli Amò, distribuito da Artist First e prodotto da FuckinFenomeno: Bermuda, quarto singolo del duo romano prodotto appunto dalla neo-nascente agenzia di produzione musicale ‘FUCKINFENOMENO’ capitanata da Pier Colone & Raffaele Vinaccia (AMÒ) coadiuvati alla produzione da Alberto Cari.

Bermuda è un brano romantico, pungente, accattivante, che con ironia, e senza alcun tipo di volgarità, paragona l’autoerotismo alla quarantena forzata: un brano attuale, fresco e irriverente, “l’ora d’aria” necessaria per sopravvivere con leggerezza ad un periodo storico tutt’altro che leggero. 

https://open.spotify.com/artist/1ovcuhfS1TJ2JhFO4WmL0u?si=JkFyFFLOSDCAR-jfBOAdKg

 

Ma come nasce il brano? 

Bermuda è stata scritta sul letto e tutto d’un fiato durante il primo Lockdown da COVID-19,  conquistando subito il suo posto nel mondo con la grande pecca di essere stata una premonizione più che uno scongiuro, motivo per cui i due artisti hanno titubato ampiamente prima di prendere la decisione di renderla pubblica. 

In queste ultime settimane, però, gli Amò hanno riflettuto giungendo alla conclusione che una canzone del genere può facilmente servire e fungere da balsamo per le persone che ancora, purtroppo, si trovano a dover affrontare la quarantena o a fronteggiare il virus, altro che no-mask.

Categorie
Comunicato stampa

Andrea fuori con il suo primo singolo: Messico

Fuori il 23 ottobre su tutte le piattaforme digitali, distribuito da Artist First e prodotto da Zafa, il primo singolo di Andrea intitolato Messico.

Il brano è vero un inno alla libertà, alla rivoluzione. La spinta profonda ad andare oltre le proprie ambizioni, oltre le barriere e tirare fuori la propria forza distruggendo tutto ciò che di marcio c’è al mondo. 

L’esistenza che tutti noi viviamo quotidianamente è intrisa di pregiudizi e di etichette, il diverso ne paga le conseguenze venendo allontanato e deriso anziché amato e compreso. Il brano di Andrea, senza girare attorno ai soliti perbenismi, si pone energicamente dalla parte dei più deboli lanciando un messaggio ben preciso: è ora di cambiare rotta, è ora di evolvere il pensiero, è ora di liberare se stessi dal pregiudizio. È ora di scatenare la rivoluzione. 

Il brano, scritto da Andrea, all’anagrafe Andrea Pasqaulini, e composto da lui stesso insieme al suo bassista Mirko Sgambetterra,  nasce dalla necessità di utilizzare la propria voce per tutti coloro che non ce l’hanno, e dalla voglia di vivere, magari, un giorno, in un mondo nuovo dove ognuno possa sentirsi libero di essere ciò che vuole. 

Andrea Pasqualini, nato a Roma, sin da piccolo nutre grande interesse e dedizione nei riguardi dell’arte, della musica e del mondo dello spettacolo. Studia presso la scuola di cinematografia Roberto Rossellini e prende il diploma come tecnico del settore. 

Da sempre rivela un’anima ribelle, controcorrente. Fan del pop oltreoceano (come ad esempio l’irriverente Miley Cyrus),  Andrea, con la sua musica, desidera lanciare un messaggio, utilizzare la propria voce come fosse il suo personalissimo contributo nei riguardi dei più deboli e degli emarginati che purtroppo spesso non hanno voce e non hanno possibilità d’espressione. La sua parola d’ordine è LIBERTÀ. 

Categorie
Comunicato stampa

Il nuovo ep di Leonus è un viaggio tutto da scoprire: Encelado

Encelado è un satellite di Saturno. È un piccolo mondo, con una piccola storia ma una grande caratteristica: riflette praticamente il 100% della luce solare. Encelado è un viaggio, un’aspirazione, un’idea. Encelado è anche il titolo del nuovo EP di Leonus in uscita venerdì 23 ottobre, su tutte le piattaforme digitali, distribuito da Artist First per Upper Rec. Encelado è uno sguardo al nostro mondo e alla nostra epoca dallo spazio. 

Da questa posizione privilegiata guardare dentro di noi sarà più semplice. Sono canzoni per cosmonauti, per donare emozioni, sorrisi, lacrime a chi è lontano o a chi, guardando in alto, vorrebbe andare lontano. 

 Ogni canzone è un possibile viaggio, accompagnato da sonorità del panorama musicale attuale, che spaziano dal pop alla trap, dall’indie al cantautorato, con rimandi al jazz.

5 canzoni, che sono il riassunto di un grande trip mentale, porteranno l’ascoltatore da una rampa di lancio terrestre fino allo spazio.

Un nuovo step in questa seconda prima volta degli Zero Assoluto.

E da oggi, questi 5 frammenti di un universo interiore di Leonus, potranno essere letti ed interiorizzati da chiunque li ascolti.

Categorie
Pop

LAMETTE: Zucchero filato.

“Zucchero Filato” è il nuovo singolo di LAMETTE, uscito il 9 ottobre sotto Aurora Dischi / Artist First

L’amore ormai è un classico dell’indie, visto da tutti i possibili punti; ricorderò per sempre una frase pronunciata da un mio un mio amico: “L’amore toglie ma l’indie dà”.

La situazione descritta da questo singolo non è così negativa –nessun cuore spezzato e pulsante di Franco126, per intenderci– il mondo è colorato, fatto di toni forti e contrasti accesi, giovanile come i sentimenti descritti: amori confusi e distratti, che esplodono tra sguardi vicendevoli.

“E non ne ho mai abbastanza, del tuo profumo sigarette e frappé.”

Un amore giocoso, tenero, che sembra quasi in parte toccato all’avanzare dell’adolescenza, vista come sigarette e birre.

Un amore adolescenziale, che brucia forte e che viene dimenticato subito, nel cercare di godersi tutti gli attimi fino all’ultimo.

“Nel testo la ragazza è vista come lo zucchero filato (perfetta e irraggiungibile) mentre noi rappresentiamo le birre della Lidl (banali e sostituibili). Innamorarsi di lei perciò è estremamente facile ma allo stesso tempo sbagliato, a tal punto che hai bisogno di scusarti, come se avessi commesso un errore.”
 

Il duo LAMETTE, formato da Nevada (Vasco Cassinelli) e Stian (Cristian Pinieri), è un progetto che singolo dopo singolo si sta affermando all’interno del panorama Indie Italiano, un pubblico in crescita e l’interesse di addetti al settore che li hanno già accolti tra le fila dei nomi caldi delle playlist editoriali, raccogliendo buoni consensi.

I ragazzi (entrambi classe ‘98 e di Piacenza) si conoscono alle superiori e da lì iniziano ad approcciarsi al mondo della produzione e scrivono i loro primi testi. 

Luca Pensa, Melpot Cosmos.

Categorie
Comunicato stampa

Cialde è il nuovo singolo degli Zero Assoluto

Una storia d’amore si costruisce mettendo insieme svariati frammenti di giornate che piano piano si uniscono stando al fianco della persona che amiamo. “Cialde”, il nuovo singolo degli Zero Assoluto uscito il 16 Ottobre, fotografa la bellezza del quotidiano, rilasciando preziose perle di semplicità avvolgente. Prendere il caffè al mattino con la cucina in disordine, progettare un viaggio in tutte le capitali d’Europa, fare proprie le abitudini dell’altro, condividere la notte, che sia per aspettare l’alba, o semplicemente per gustarla insieme. Immagini forti e dirette, per un brano che segue perfettamente il fil rouge che gli Zero Assoluto hanno ripreso a stilare da luglio. 

Dopo il successo di “Fuori Noi” con Gazzelle, infatti, il duo romano ha deciso di affidarsi ad un’altra penna che potesse accompagnare la loro: “Cialde” vede l’importante collaborazione di Colapesce, uno dei principali artisti della nuova wave del cantautorato italiano. Ritrovarsi insieme davanti ad un foglio bianco fino a riempirlo grazie una sintonia tra gli artisti che arriva immediatamente alle orecchie di chi ascolta il brano.

Gli artisti hanno descritto così questo nuovo singolo: “Cialde” è un racconto della più semplice delle quotidianità, elemento che accomuna tutte le fasi di un sentimento: dalle sue prime luci fino alle ombre più cupe. 

Il brano nasce da un bellissimo equilibrio di condivisione artistica, flusso di coscienza e creatività che noi e Colapesce, artista con cui abbiamo scritto questo singolo, abbiamo trovato e vissuto in un paio di pomeriggi in studio. Avevamo l’esigenza di raccontare un mondo intimo, costruito appunto di tutti quei piccoli dettagli che altro non sono se non i tasselli di una storia d’amore.

Un nuovo step in questa seconda prima volta degli Zero Assoluto.

Categorie
Comunicato stampa

Piombo è l’ultimo singolo di Disarmo

Fuori il 15 ottobre Piombo, il nuovo singolo del cantautore Disarmo, che, durante la sua partecipazione ad X Factor 2020, decide così di mettersi a nudo con un brano che descrive ciò che si prova nell’attimo esatto in cui i desideri e le aspettative costruite insieme ad un’altra persona cadono con lei in un abisso irraggiungibile.

La desolazione del distacco e il senso di vuoto che si prova pensando al futuro che appare all’improvviso così diverso divengono temi portanti. Il brano, particolarmente emotivo, dalle venature neo soul, ci trasporta letteralmente in una stanza vuota da riempire, una pagina bianca che ha bisogno di essere scritta, un contenitore vuoto in attesa del suo contenuto: un’esperienza di mancanza e sensazioni estremamente forti e malinconiche.

 Claudio Luisi, in arte Disarmo, eredita la passione per la musica dalla sua famiglia, divisa tra ascolti di musica classica e gospel. Si diploma all’età di 13 anni al conservatorio di Genova e in adolescenza si appassiona alla musica rock iniziando a scrivere i primi inediti e militando in diverse band. 

Termina l’accademia canto musica e spettacolo di Torino nel 2011, anno in cui, con la formazione Infranti Muri, è tra i 9 artisti selezionati per Sanremo Giovani con il suo brano “Contro i giganti” grazie al quale si esibisce per 3 puntate a Domenica In ed entra nella compilation Sanremo 2011. 

Nel 2012 scrive “Non ti lascio”, brano che viene inserito nella programmazione di MTV Music, e nello stesso anno pubblica da indipendente il suo primo album solista. Continua a collaborare come interprete, autore e compositore in alcune band, vincendo diversi concorsi tra i quali lo Standing Ovation Contest aggiudicandosi l’esibizione al concerto di Vasco Rossi dell’1 Luglio al Modena Park, e Fiat Music, iter che vede il progetto artistico aggiudicarsi la finale sul palco Ariston e il premio della critica Fonoprint.