Categorie
Comunicato stampa

“Dalle guance in giù” è il nuovo singolo MVR

Esce venerdì 25 novembre 2022 “dalle guance in giù“, il nuovo singolo di MVR, moniker che nasconde il progetto solista di Virginia Bisconti. Un nuovo capitolo che parla di quella sensazione che si prova guardando negli occhi una persona che ormai è parte del tuo passato e pensare che non sta più a te alleggerirle la tristezza, che il tuoruolo verrà preso da qualcun altro e, in fondo, va bene così.

La chitarra fa quasi da culla a tutti gli altri strumenti, comparendo e scomparendo creando un ambiente indie folk per lasciar spazio alla voce. I silenzi giocano un ruolo fondamentale in questo brano, così come in ogni discussione fra due persone che si sono volute bene.

 

SCOPRI IL BRANO SU SPOTIFY: 
https://open.spotify.com/album/0eNkwHDCGZ0XyiRaWzF2TH?si=yA1K4y5yTTOycfiT5B66Bg

Scritto e prodotto da MVR
Add. Prod.: Pierfrancesco Speziale
Mix e master: Bess Recording Studio, Montesilvano (PE)

Fotografia: Francesca Florindi
Assistente fotografia: Giuseppe Cassano
Stylist: Federico Massimi


BIO:
 

MVR è un progetto musicale di Virginia Bisconti che nasce dall’esigenza di sfogare in parole ed in musica la malinconia del disagio, che non è tristezza ma una condizione con cui lei, in primis, ha imparato ad accogliere senza il desiderio di distruggerla. Nel 2020 si diploma presso il Conservatorio di Pescara in Canto Pop (triennio); presso lo stesso conservatorio sta attualmente preparando la tesi per il diploma biennale in Canto Pop. 

Nel 2019 ha frequentato il Centro Europeo Tuscolano di Mogol, diplomandosi presso lo stesso, e ha partecipato all’iniziativa “House Of Europe” presso il Conservatorio di Pescara, che l’ha portata a collaborare con artisti, compositori e musicisti provenienti da tutta Europa. 

Nelle sue canzoni, Virginia cura sia la parte della scrittura che quella della produzione, cercando di dare un vestito personale e coerente ad ogni brano. 

Il suo primo EP in lavorazione, “feste per i vivi”, racchiude 5 brani che parlano della normalità vista dagli occhi di chi in quella normalità non ci si trova, passando da relazioni andate male e finendo con un viaggio che le ha fatto capire quanto è importante andar via da ciò che ti fa sentire al sicuro solo per ritornarci con occhi diversi.

https://www.instagram.com/bscmvr/

Categorie
Comunicato stampa

“Posso tenerti con me” è il nuovo singolo di Casx feat. Forse Danzica

Torna venerdì 25 novembre 2022 il progetto di Casx (che si legge Casper), moniker di Arianna Puccio, con un nuovo singolo dal titolo “Posso tenerti con me“, questa volta vantando la collaborazione con Forse Danzica

Dopo i precedenti singoli “Seminterrati” e “Fammi male“, sempre in distribuzione Stage One, Casx si muove attraverso la scena underground di Milano, affondando e si stratificandosi di influenze dark e alternative e parlando a una generazione dimenticata: quella che ha vissuto Myspace e le band chiuse nei garage, quella esclusa dai bonus e quella che, di base, torna a casa ubriaca e non sa che cosa fare in futuro.  Casx, ci riporta ad uno dei momenti più belli del film Casper, perchè “Posso portarti con me” è una citazione che ha segnato tutti i figli degli anni Novanta. 
 

Ho voluto usare una delle citazioni più famose perché penso sia il riassunto dell’affetto incondizionato che si può provare per una persona, qualsiasi sia il ruolo che questa ricopre nella tua vita. Come Casper ho cercato per gran parte della mia vita di tenermi stretta tutte le persone che ammiravo, stimavo o amavo; ho cercato di ancorarmi a queste persone in maniera spasmodica, tutt’oggi faccio enormemente fatica a lasciare andare. Le persone per me sono importanti in quanto persone, non in quanto ruoli che ricoprono e, come tali, ci sono persone che vuoi che facciano parte di ogni tuo momento per renderlo completo. É una canzone sull’amicizia, sui legami indistruttibili.



SCOPRI IL BRANO SU SPOTIFY: 
https://open.spotify.com/album/1yJSX28RfmbnlkCLD2gyfJ?si=_lpQi4KzQrOAhhBXgD64AA


BIO: 

Arianna Puccio, in arte Casx (classe 93), è una cantautrice italiana.
Nata in mezzo alla musica: padre musicista e insegnante di musica, madre insegnante e organizzatrice di eventi, e zio sassofonista, prende lezioni di canto e danza sin da piccola. Si laurea in cinema e in seguito in web marketing, lavorando da prima come grafica e in seguito come art director per i cantanti, fondando nel 2020 “Studio Cemento”. Scrive da quando è piccola, prima diari, poi blog, pensieri e infine canzoni. Nel 2020, grazie alla collaborazione con Matteo Rizzi, frontman dei Forse Danzica, comincia a lavorare alla musica e alle produzioni del suo progetto, rifinito poi in studio da Davide Foti. La sua musica unisce sonorità che vanno dal post-punk allo shoegaze, respirando influenze come Joy Division, The Smiths, Nirvana, Editors, Daughter e tanti altri. Arianna, come “Casper, The Friendly Ghost” da cui il nome d’arte, racconta la paura di essere invisibili e la difficoltà di volersi bene. Nelle sue canzoni parla ai nostalgici, agli amanti del cinema, delle serie tv, della musica, ma sopratutto a chi almeno una volta si è sentito inadatto o pieno di difetti.
 

https://www.instagram.com/casxmusica/

Categorie
Comunicato stampa

“Isteria di massa” è il primo album degli Icona Cluster

Esce il 18 novembre 2022 per l’etichetta italo-tedesca Rubik il primo album degli Icona Cluster dal titolo Isteria di massa. Il disco è stato realizzato con la collaborazione di produttori differenti (Natty Dub e Riccardo Rinaldi) per esplorare ambienti musicali alternativi ed eterogenei. Tutti i brani sono stati scritti durante e dopo il  periodo di pandemia del 2020/2021 e i generi che vanno a toccare l’album sono principalmente hiphop, rock e funk soul.


Isteria di massa nasce dal vuoto che la società ha creato dentro di noi, un vuoto riempito di tecnologia e ipocrisia che inevitabilmente ci trascina nell’ironia e nella malinconia. 
Lo scontro generazionale che non finirà mai, la velocizzazione dei ritmi di vita, il rapporto morboso con la tecnologia e la sensazione di libertà apparente che offre, sono le basi sulle quali è stato costruito l’album”



Scopri il disco su Spotify: https://spoti.fi/3GHp0bv 

BIO:

Gli Icona Cluster nascono nel 2020, nel pieno della pandemia globale, periodo che ha portato ciascuno dei membri a riconsiderare la propria posizione nel mondo. Ciò li ha spinti a voler dire la propria sulla società in cui viviamo tramite la musica.

Il gruppo si compone di 6 elementi:
Mattia elmi (voce), Gianluca Arcesilai (chitarra), Daniele Cristani (basso), Manuel Goretti (tastiere), Giovanni Tamburini (tromba), Antonio Rapa (batteria).

Ogni membro apporta influenze più o meno diverse, che però convergono in un agglomerato sonoro compatto, con influenze dalla black music al rock. La band ha esordito con il singolo “Aspetta e vedrai” il 15 giugno 2021. Esso è stato seguito dalla pubblicazione di una serie di altri brani inediti, i quali saranno contenuti nell’album “Isteria di massa”, prodotto in collaborazione con Riccardo Rinaldi(produttore di “Arrivi e partenze”, Neffa) e Natty Dub (Funk Shui Project). Il disco verrà presentato al Covo Club di Bologna il 24 novembre. La band nel 2022 ha anche vinto il bando Encoder gestito dal comune di Modena, che ha fornito supporto nella produzione del disco e nella sua promozione. Durante la sua attività dal vivo, la band si è esibita sia in Italia che in Europa (Germania, Repubblica Ceca), fino ad approdare in Corea del Sud nel maggio 2022.

https://www.flowcode.com/page/iconacluster
https://www.instagram.com/iconacluster/
https://www.facebook.com/Icona-Cluster
https://www.youtube.com/channel/UCix0EOiVsbqzyv0UHykz2aw

Categorie
Comunicato stampa

“One more” è il nuovo EP della Black Out Band

Fuori da giovedì 24 novembre 2022 One More il nuovo EP della Black Out Band, registrato e prodotto da Christopher Bacco di Studio 2. A distanza di tre anni dall’ultimo disco e dopo un’attenta ricerca musicale, la band ci regala una raccolta di quattro tracce provenienti da universi sonori diversi ma strettamente interconnessi.
 

One More è il frutto di un percorso musicale che ci ha portato dal 2019, dopo l’EP “Cosa Rimane”, a ricercare un nuovo sound e ad affrontare nuove tematiche nelle nostre composizioni. Il risultato finale è costituito da quattro brani, per noi universi sonori differenti, ma connessi: “And Mist Comes Again”, il singolo, racconta della nebbia come di una coperta che si può stendere sopra le persone e sopra le paure di ognuno di noi;  “When The Fire Stops Burning”è un brano carico di rabbia e di sconforto per la totale indifferenza dell’essere umano nei confronti del cambiamento climatico; “You Fools!” ci riporta alle sonorità rock degli anni ‘70 e racconta in modo aggressivo e a tratti grottesco il passaggio delle anime dannate all’Inferno attraverso un mare in tempesta; l’EP termina con le atmosfere oniriche di “The Road Is You” in cui abbiamo dato ruota libera alla nostra creatività creando un’atmosfera che si ispirava ai freddi, desolati e “tolkieniani” paesaggi nordici”


Scopri il disco su Spotify: https://spoti.fi/3EBBhvl


Edoardo Cian – Chitarra, voce
Giacomo Berlese – Tastiere
Sebastiano Gagno – Batteria, voce
Massimiliano Gagno – Basso
Christopher Bacco Studio 2 – Recording and Production
Giancarlo Rado – Foto copertina
Riccardo Girardi – Design copertina

 

BIO:
La Black Out Band nasce dall’incontro tra i due fratelli Edoardo Cian (chitarra, voce, armonica a  bocca) e Giacomo Berlese (tastiere, piano bass, sax) e Sebastiano Gagno (batteria, voce). I tre condividono la passione per la musica fin dall’infanzia, appassionandosi ai miti del rock, dai Pink  Floyd a The Who, e alle leggende del blues, da Muddy Waters a John Lee Hooker. Nel 2015 decidono di approfondire le sonorità blues, fondando la Black Out Band, con una formazione volutamente priva del basso elettrico, ispirandosi alle atmosfere ipnotiche dei The Doors. Dopo qualche anno di rielaborazione di grandi classici, scelgono di intraprendere una strada personale con brani originali, nel tentativo di far convergere la passione e la potenza comunicativa del rock e del blues con alcune sonorità pop e un’attenzione particolare alla composizione, anche grazie agli studi accademici dei due fratelli. Nel 2019 esce il loro primo Ep “Cosa Rimane”, seguito poi nel 2021 dal singolo “Nobody Can Hear You” che li porta a partecipare ed arrivare alle fasi finali del Firestone Road to The MainStage. Da marzo 2022 lavorano insieme a Christopher Bacco di Studio 2 alla stesura del loro nuovo EP e del singolo “And Mist Comes Again”.

Facebook
Instagram
YouTube
Spotify

Categorie
Comunicato stampa

“Din Don Dan” è il nuovo singolo di Sete

Disponibile da venerdì 18 novembre Din Don Dan, il nuovo singolo di SETE distribuito da Believe e fuori per talentoliquido, realtà multiforme e cross-inclusiva che cura a 360 gradi la musica “fluida” di giovani artisti emergenti.

“Din Don Dan” è uno sfogo contro le bugie e promesse non mantenute sulla quale è costruita una relazione instabile. Le “favole” si accumulano come “un mare di polvere […] sotto al tappeto“, si agglomerano andando a formare un castello di sabbia che minaccia perennemente di crollare. La performance vocale di SETE, che canta con il cuore in mano versi affilati come una lama, così rapidi da togliere il respiro, incarna perfettamente lo spirito della canzone ed è valorizzata dal sound urban fatto di sintetizzatori taglienti e beat punchy.


“Din Don Dan è sicuramente il pezzo che ho scritto con più facilità e in meno tempo, le parole sono sgorgate da dentro come fossero sempre state scritte lì. Insieme a non poco dolore, ma a volte la musica serve proprio a questo… a sublimare uno stato d’animo che ti fa compagnia da troppo tempo. E a volte è quasi una seduta dallo psicologo, altre volte solo uno sfogo. In questo caso il confine fra le due cose è talmente sottile che io stessa non saprei riconoscerlo”
(Sete)
 

Dopo aver raccontato la sua evoluzione personale nel singolo “IN LOOP” Sete torna con “lover”, un brano dedicato alla musica e al rapporto di amore/odio con la sua passione, SETE continua a raccontarci i suoi turbamenti e il suo personale universo sonoro in “Din Don Dan”.

https://www.instagram.com/sete_music/

CREDITS
Scritto ed Eseguito da: Sete
Produzione: Mark Meccoli
Mix e Master: Mauro Meddi
Etichetta: talentoliquido
Copertina: Simone Parodi
Foto di: Ottavio di Natale
Distribuito da: Believe Music Italia

BIO
Elisabetta D’Aiuto, in arte SETE, nasce a Roma nel 1991. Inizia a cantare, suonare la chitarra e a scrivere le sue prime canzoni sin da piccola. Dopo il liceo si laurea in canto Jazz al Conservatorio S. Cecilia di Roma e inizia a insegnare canto. Elisabetta ha suonato con varie formazioni e in molti progetti musicali fino al 2019, anno in cui decide di iniziare un progetto solista. Così nel 2020 nasce SETE e inizia la ricerca del suo sound fondendo generi diversi: è un progetto che spazia dal pop alla musica elettronica, al rap. A livello geografico le sonorità non rimangono solo in Italia, ma rincorrono anche il pop elettronico americano ed europeo.
SETE è un nome semplice, che sa di ricerca continua, di coraggio e di vita.
É sete di verità.

Categorie
Comunicato stampa

“Spuma” è il nuovo album dei Basiliscus P

Esce venerdì 18 novembre 2022 per Tuma Records e in distribuzione The Orchard, “Spuma” il nuovo album firmato dai siciliani Basiliscus P, già anticipato dai singoli “Magenta” e “Urban Safari“. Questo disco prende vita da lunghe sessioni di improvvisazione in sala che poi sono state sviscerate e riarrangiate sotto la guida di Marco Fasolo, leader dei Jennifer Gentle e produttore tra gli altri di I Hate My Village e Bud Spencer Blues Explosion. “Spuma” è stato concepito durante il lockdown e rifinito in uno studio ricavato all’interno di un ex Forte militare di fine ‘800, e successivamente registrato al The Cave, prestigioso studio di Catania in cui tra gli altri hanno registrato anche gli Afterhours. Più che dalla spuma, o schiuma del mare, il nome deriva dalla bibita, vera e propria passione dei tre, che è molto graffiante come gusto ma allo stesso tempo dolce, ed è un po’ quel che può ricordare il suono dei Basiliscus P.
 

Il suono generale della chitarra per me è molto “spumoso”, con uso di fuzz, distorsioni ed effettistica varia. Abbiamo utilizzato un set particolare per la batteria, con percussioni ricavate anche dal riciclo di materiali trovati in discarica e per la quale io stavo anche perdendo un occhio (per tagliare il cestello della lavatrice mi è arrivata una scheggia).  A livello di sonorità abbiamo cambiato registro rispetto al nostro primo lavoro, “Placenta”. In “Spuma” abbiamo introdotto nuovi suoni, dalle percussioni a tastierini, dai controller midi al sax suonato da Bruno, che da’ il giusto arricchimento salinico ai brani e soprattutto alla title-track del disco. 

Gli stessi principi sono stati rispettati anche per la modalità di riprese: anche questa volta la presa diretta (salvo alcune sovraincisioni) è stata per noi la giusta modalità per esprimere il senso di libertà che rappresenta il disco e dare all’interpretazione la colorazione spontanea del momento.”

 

BIO:

Basiliscus P nascono a Messina nell’inverno del 2011, inizialmente come progetto parallelo di Marco (basso, voce), Federica (chitarra) e Luca (batteria), già componenti dei Light Sound Diamond. L’obiettivo del gruppo è riuscire a coadiuvare le proprie passioni musicali creando brani che abbiano una loro riconoscibilità e personalità, spaziando tra progressive, psichedelia, la ruvidezza degli anni ’90 e qualche ammiccamento al jazz. 

Il gruppo per anni si chiude in sala per scrivere brani da zero ed elaborare idee rimaste nel cassetto per tanto tempo. Il risultato di questo lungo lavoro vedrà la luce nel 2017 in “Placenta”, un album di 9 brani registrati nel Dalek Studios di Messina e ultimati nei Ludnica Studio, dove viene effettuato il master rigorosamente su nastro. 

Segue un’intensa attività live, specialmente in Sicilia. Nel 2018 vincono Arezzo Wave Band Sicilia. Aumentano le occasioni di suonare dal vivo, aprendo alcuni concerti degli Uzeda, il tour si chiuderà con un concerto al Mish Mash Festival nel 2019. 

A fine anno, dopo l’incontro con Marco Fasolo a un concerto dei Jennifer Gentle, la band si chiude nuovamente in sala per lavorare su nuovi brani, con un lavoro di ricerca e arrangiamento condiviso con lo stesso Fasolo che viene assoldato come produttore artistico. Le canzoni verranno registrati al The Cave di Catania. Per l’occasione,i tre si avvalgono anche della partecipazione di Bruno Bonaiuto, polistrumentista che li accompagnerà anche dal vivo.

https://www.instagram.com/basiliscusp/
https://www.facebook.com/basiliscusp

Categorie
Comunicato stampa

“Sale” è il nuovo singolo di Pezzopane

Esce sabato 19 novembre 2022 “Sale“, il nuovo singolo di Pezzopane. Un nuovo capitolo che nasce ancora una volta dalla collaborazione con Alti Records, etichetta indipendente di L’Aquila, un brano che racconta ciò che resta di una relazione al tramonto, nel momento in cui l’onda della passione si ritira dopo aver esaurito la sua carica travolgente. Una lucida presa di coscienza di quanto le distanze tra le persone, una volta scoperte, si facciano sempre più incolmabili. Un intimistico canto di solitudine sussurrato nella notte, quando il presente si scopre già passato.
 

In questa stanza scopro la differenza tra fare a meno di te e stare senza


SCOPRI IL BRANO SU SPOTIFY: 
https://open.spotify.com/album/5Oxgg8MCe0YHBhIc9LUtFd?si=QIpwaiRiT7aFhD40-EYl2Q


BIO:
 

Malinconia sottopelle ed un aplomb musicale scanzonato al punto giusto.
Il suo è un sound da cameretta di giovane adulto che però conserva una spensieratezza incredibilmente oscillante tra l’ingenuo e il mal vissuto. Una voce che vibra stralunata tra i vecchi amori e la sua inguaribile sindrome da Peter Pan. “Storie Da Monolocale è il titolo del suo primo album autoprodotto uscito nel 2019 e realizzato con Luca Mongia e Giacomo Pasutto. Si è esibito in numerosi club e manifestazioni italiane, tra cui MEI/Meeting degli indipendenti – Faenza, Spaghetti Unplugged/Marmo, Monk, Largo Venue – Roma, Pinewood – L’Aquila, premio Pigro-Ivan Graziani – Sanremo durante il Festival 2020 come finalista, festival “Il Pop è una cosa seria” a L’Aquila nel 2021. Ha condiviso le date abruzzesi dei tour di Giorgio Ciccarelli e Roberto Dellera (Afterhours) e ha aperto a Giò Evan a ‘Na Cosetta Estiva – Roma. È a lavoro sul suo secondo disco con Alti Records (L’Aquila). Se volete saperne di più, lo trovate nel monolocale al primo piano, ultima porta a sinistra prima del cortiletto interno.

Citofonare Pezzopane.


https://www.instagram.com/pezzopane_proprio_lui/
https://www.facebook.com/pezzopanepropriolui

Categorie
Comunicato stampa

“Lividi” è il nuovo singolo de Il Vertice

Fuori da venerdì 18 novembre il nuovo singolo de Il Vertice dal titolo Lividi. Con questo brano arricchito di elementi rock e realizzato con la produzione di Marco Ulcigrai, la band porta a riflettere sull’importanza delle cicatrici e sul valore che ognuno di noi può dar loro usandole come pretesto per un cambiamento.
 

“Percorrere strade insieme per poi trovarsi cambiati fino a non riconoscersi più, fino a delimitare i confini per cercare nuovo ossigeno. Lividi parla proprio di loro, dell’ importanza di quelle cicatrici a tempo “determinato” che a volte ci ritroviamo senza neanche accorgercene. Sta a noi capire se aspettare insieme a chi abbiamo affianco che il segno nero sparisca o renderlo un pretesto per cambiare prospettiva.”

 

Scopri il brano su Spotify: https://spoti.fi/3hTHFGo


Produzione e registrazione: Marco Ulcigrai
Grafiche: Matteo Aldeni
 

BIO:

Il Vertice nasce nel 2016 da cinque ragazzi con percorsi musicali differenti. Accomunati dalla passione per il rock e la vita di provincia decidono di intraprendere questo progetto con lo scopo di creare canzoni inedite. Nel marzo 2019 esce L’ep autoprodotto “Tentacoli di periferia”. Nel 2022 collaborano con Marco Ulcigrai per la produzione dei nuovi brani.

Facebook
Instagram

Categorie
Comunicato stampa

“Sudococa” è il nuovo singolo de L’Elettrogruppogeno

Hanno detto a proposito dell’Elettrogruppogeno:

“Il singolo perfetto per gli orfani di Big Bang Theory, “La mia ragazza è una nerd” è una canzone che s’incolla ai chip della scheda madre, cioè del cervello, e non li lascia più”. — Rockit

“La band fiorentina ha dimostrato quanto il mondo nerd, scientifico e pop culturale, unito a una buona dose di ironia, possa essere perfettamente fuso alla musica”. — La Scimmia Pensa


Dopo la nerdissima mini-hit pop La mia ragazza è una nerd, l’Elettrogruppogeno è pronto a fare il proprio ritorno con un sensuale, allucinante e repulsivo nuovo singolo, Sudococa, in uscita venerdì 18 novembre 2022 per l’etichetta Maninalto! Records. Sudococa è un brano di stampo più elettronico, in cui l’Elettrogruppogeno prova a descrivere il flusso di pensieri di una persona durante un amplesso, scegliendo un lessico riferito alle sostanze stupefacenti. “Questo perché, in effetti, l’atto sessuale crea dipendenza proprio come una droga”, spiega la band.

L’obiettivo del gruppo, quello di realizzare un equilibrio perfetto fra repulsione e attrazione, mettendo la lente d’ingrandimento sul meccanismo di scambio di fluidi proprio del sesso, viene raggiunto grazie alle atmosfere da club del brano, con le sue vibe esplicite e notturne, il cantato lascivo e il testo che alcuni potrebbero definire scabroso; un po’ come un film d’exploitation in formato musicale. Fedele in ogni caso alle proprie radici nerd, il gruppo ha elaborato un fumetto animato che accompagna Sudococa, guidando l’ascoltatore e lo spettatore dentro al lato oscuro dell’Elettrogruppogeno.

Ascolta Sudococa: 
https://open.spotify.com/track/2vJ7T5UFtot1tjp1S0cqj3

CODICE ISRC: ITZB52210103

si autorizza utilizzo per trasmissione radiofonica

Autori: Andrea Capirchio
Compositori: Andrea Capirchio, Samuele Cangi, Tommaso Giuliani

BIO

Elettrogruppogeno è un progetto di Andrea Capirchio che mette in musica i temi della cultura nerd, scientifica e fantascientifica. Ogni canzone è ottenuta mescolando un’ampolla di synthpop con vari dosaggi di indie, punk rock, elettronica e integrando il tutto con un pizzico di ironia. Nel 2020 producono un EP dal quale vengono estratti due singoli, Mekkaniko e La mia ragazza è una nerd. Quest’ultimo viene corredato, oltre che dal classico videoclip, da un videogame a tema, creando così il primo esperimento di singolo/videogame della musica indipendente italiana. Iniziano da settembre 2021 a suonare e farsi conoscere nei locali della scena underground fiorentina, e a luglio 2022 vengono selezionati come finalisti dell’Ivisionatici Music Festival, dove vincono due premi della giuria. Voci non confermate affermano anche che i membri del gruppo siano in realtà dei viaggiatori del tempo, tornati dal 2099 per suonare nei garage, assemblare il Megazord della musica italiana e conseguentemente salvare il mondo in tutine sintetiche monocolore.

Categorie
Comunicato stampa

“Texas Ravioli” è il singolo di debutto di Nebbia

Esce venerdì 18 novembre 2022 in distribuzione Artist First “Texas Ravioli“, il singolo di debutto di Nebbia, moniker del cantautore Matteo Bonavitacola. Il primo pezzo di Nebbia è un mix quotidiano di synth, cultura pop e storie personali, fatto per persone sempre alla ricerca dell’altrove rispetto a dove si è. Quello di “Texas Ravioli” è solo il primo capitolo di un disco in uscita a fine anno, un brano dedicato a chi ama ballare su note tristi, è cresciuto con i film degli anni Ottanta interrotti dalla pubblicità, cibo cinese e locali in provincia. 

Sei in un giapponese all you can eat, aspetti una persona che non arriva. Intanto ti guardi intorno e capisci che quello non è proprio il tuo posto. Tra gente che si crede Cracco o Vincent Cassel, l’unica cosa che puoi fare è essere diverso.

 

SCOPRI IL BRANO SU SPOTIFY: 

Autore: Matteo Bonavitacola
Produttore: Simone Manzotti

BIO: 

Nebbia è nato nel mezzo della Pianura Padana. Nel mezzo degli anni 80. Gli è quindi sembrato normale avere questo nome e ispirarsi ai capannoni illuminati al neon. Dopo aver passato una vita a suonare come Johnny Cash, continua a portare le camicie country ma ha scambiato le chitarre con i sintetizzatori. Di notte sogna Manchester e i Joy Division, di mattina quando si sveglia vorrebbe essere king della balera.

Nebbia è Matteo Bonavitacola. I musicisti che lo accompagnano sono Giuseppe Comaianni alle tastiere e Federico Cella alla batteria.

IG: @nebbiamusicale